La fotografa e l’abbraccio a tre

Era la loro piazza. Proprietà privata.

Quella sera gli aveva chiesto di accompagnarla nel loro luogo e lui l’aveva accontentata. Sarebbe tornato a riprenderla, più tardi.

Con quelle foto voleva salutare quella piazza.

La salutava e non provava malinconia.

Misurava gli spazi ed erano troppo stretti. Tra pochi giorni, infatti, sarebbero stati in tre.

La fissava un’ultima volta. L’indomani sarebbero partiti per una nuova città. Il lavoro li avrebbe spinti lontani e senza lavoro era difficile diventare adulti, genitori.

Ancora qualche flash. Quelle immagini sarebbero servite per far capire al loro bambino di quali pietre, acqua e aria si era nutrito l’amore che lo aveva messo al mondo.

Figlio di un luogo che ha la forma di un abbraccio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...