Lei con me

Arrivano il tempo e l’occasione, arrivano quando due persone si fermano: allora si incontrano.

E noi ci siamo incontrati.

Ha avuto la capacità di cercarmi, trovarmi e poi farmi perdere…questa donna.

Una notte di corpi intrecciati, affamati di scoperta e lei è ancora tra le mie braccia.

Una torta al cioccolato, con glassa, quando fuori è autunno inoltrato; questo il nostro amarci stanotte.

Ora è quasi mattino.

La osservo sonnecchiare e le sfioro la schiena, bianca come il latte e, forse, un po’ luna.

Cerco le sue dita ma mi sfugge. A lei non piace tenere per mano e so che mai vedrò la sua nella mia.

So che sarà mia a povere dosi, ma va bene così.

Non è una donna da legami. E’ giovane, bella, libera.

Io respiro questa sua giovinezza, me l’ha concessa in dono e lo so…si impara tardi a difendersi dall’amore.

Distratto dai miei pensieri non mi accorgo che mi osserva.

Gli occhi.

Unico segno sicuro di questa nuova appartenenza.

Muove le labbra.

“Ho ancora fiato da prestare alla nostra apnea”.

Sorride e io…non mi stancherei mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...